Cancro, da Ricerchiamo Onlus 50mila euro in due anni per la ricerca

“Un ringraziamento sentito a tutti coloro che hanno preso parte a Fun For Charity e a coloro che sostengono RicerChiAmo, una Onlus giovane, ma davvero molto attiva. Un successo che conferma la bontà del progetto e la concretezza degli obiettivi già raggiunti in soli due anni di attività. Dal 2016, anno di fondazione di RicerChiAmo Onlus, abbiamo infatti devoluto circa 50mila euro dei quali: 10.600 donati all’Università degli Studi di Brescia, 6.000 al progetto “Divulgazione pubblicazione scientifica”, 5.000 agli Spedali Civili di Brescia e 25.000 per i Social Bond all’Università degli Studi di Brescia. Siamo già pronti per il progetto 2018, anno in cui l’Associazione si dedicherà a raccogliere fondi per portare in Italia lo screening gratuito per il cancro allo stomaco, contribuendo a colmare quel vuoto in materia di investimenti sulla prevenzione che, purtroppo, ancora oggi alcuni Paesi Europei soffrono. Grazie al vostro aiuto siamo pronti a raccogliere nuove sfide e a continuare sulla strada intrapresa con la stessa passione, per sostenere la ricerca e aiutare chi soffre”.

Con queste parole Paola Masserdotti, fondatrice di RicerChiAmo Onlus insieme a Gian Luca Baiocchi (Spedali Civili di Brescia e Università degli Studi di Brescia) e Lidia Beltrami, commenta il successo dell’evento benefico “Fun for Charity”, organizzato dall’Associazione al Musil di Rodengo Saiano Sabato 21 Ottobre 2017. L’evento, giunto alla sua quarta edizione, nasce con lo scopo di raccogliere fondi per l’attività dell’Associazione, nata nel 2016 con l’obiettivo di promuovere la ricerca scientifica sui tumori, con particolare attenzione verso le neoplasie dell’apparato digerente.

La serata, a cui hanno partecipato oltre 350 persone e che ha avuto il ‘divertimento’ come colonna sonora grazie al live show di Daniel Adomako, vincitore di Italia’s Got Talent, e al dj set di Andrea Viani, è stata preceduta da un importantissimo workshop internazionale coordinato dal Prof. Gian Luca Baiocchi dal titolo “Intraoperative Fluorescence by ICG Imaging in Hepatobiliary and Visceral Surgery: State of Art and New Frontieres“. Ad esso hanno partecipato il Prof. Maurizio Tira (Università degli Studi di Brescia), oltre cento chirurghi, i principali Direttori di struttura complessa di Chirurgia Generale della Lombardia e, in collegamento diretto, esperti internazionali da Chicago, Strasburgo, Lussemburgo, Miami.

 

“RicherChiAmo – commenta Gian Luca Baiocchi (Spedali Civili di Brescia e Università degli Studi di Brescia) – attraverso il convegno organizzato nella giornata di sabato 21 ottobre, ha permesso di raccogliere a Brescia i massimi esperti da tutto il mondo per raccontare gli ultimi risultati sull’utilizzo, nella chirurgia dei tumori del tratto gastroenterico, del verde di indocianina, colorante che permette di individuare e, quindi, rimuovere chirurgicamente durante l’intervento, piccolissime cellule tumorali che diversamente non sarebbero visibili. Un dettaglio tecnico, questo, che può sembrare di poco significato ai più ma che, in realtà, rappresenta un grandissimo aiuto per salvare più vite umane. Siamo davvero soddisfatti della numerosa partecipazione a questo importante momento di confronto e dibattito che ha visto in platea anche moltissimi giovani. Una chiara conferma – conclude Baiocchi – che stiamo andando nella giusta direzione”.

Leave a Comment





%d bloggers like this: