Il trauma cranico e spinale, convegno all’Ospedale Civile di Brescia

Il 23 novembre 2019, dalle 8:00 alle 17:30, presso l’AULA A- Complesso Universitario di Medicina e Chirurgia di Viale Europa, si terrà un convegno dedicato al tema: “Il trauma cranico e spinale. Professionisti a confronto nella presa in carico integrata”. A questo link il programma completo in pdf.

DIREZIONE SCIENTIFICA

C. RazziniCoordinatore Area Dipartimentale SITRASST Spedali Civili di Brescia – Presidente ANINM. Fontanella Direttore U.O. Neurochirurgia ASST di BS Direttivo SINCH

RELATORI E MODERATORI

E. Anni Infermiera UOC 1° Anestesia e Rianimazione ASST Spedali Civili F. ArrighiniCoordinatore Infermieristico AAT Brescia S. AvanziniCoordinatore Infermieristico B.O. Traumatologia e Ortopedia ASST Spedali Civili R. Bergomi Neurochirurgo U.O. Neurochirurgia ASST Spedali Civili A. BiroliNeurochirurgo U.O. Neurochirurgia ASST Spedali Civili dJ. Bosio Infermiera U.O. Neurochirurgia ASST Spedali CiviliSocio ANINA. Casiraghi Direttore UO Traumatologia ASST Spedali Civili S. Cecchetto Coordinatore Infermieristico Unità Spinale Unipolare ASST Grande Ospedale Metropolitano NiguardaL. Ceglie Infermiera U.O. Neurochirurgia ASST Spedali Civili Socio ANINO. Chiara Direttore Chirurgia generale Trauma Team ASST Grande Ospedale Metropolitano NiguardaM. Colombo Presidente Associazione Active sportA.G. Ferrari Infermiera ASST Spedali Civili Socio ANIN e Componente Redazione NEUG. Giacomini Ufficio di Presidenza ANIN, AOU SienaC. Grutti Infermiere U.O. Neurochirurgia ASST Spedali CIviliN. LatronicoDirettore UOC Anestesia e Rianimazione 2ASST Spedali Civili E. Loda Infermiera U.O. Neurochirurgia ASST Spedali Civili Socio ANIND. MabelliniCoordinatore Area Dipartimentale SITR ASST Spedali Civili Delegato ANIN LombardiaR. Merli Presidente Associazione Condividere la strada della vitaD. OrizioFormatore Coordinatore di Dipartimento UO Formazione Aziendale ASST Spedali Civili , Socio ANING. Perone Direttore AAT BresciaE.A.PasottiCoordinatore Area Dipartimentale SITR ASST Spedali Civili , Socio ANINL. Pilati Infermiere UOC 2° Anestesia e RianimazioneASST Spedali Civili G.PipitoneVice Presidente ANIN- Presidente eletto 2020 M. ScarazzatoDirettore U.O. Riabilitazione Specialistica Neurologica Casa di Cura Domus SalutisG. SeppiniCoordinatore Infermieristico U.O. Gravi cerebro-lesioni acquisite , Torino – Ufficio di Presidenza ANINM. A. Spinelli Direttore Unità Spinale Unipolare ASST Grande Ospedale Metropolitano Niguarda

RAZIONALE SCIENTIFICO

Per trauma si intende l’applicazione dall’esternosull’organismo di un’energia tale da determinarelesioni agli organi ed apparati. Il trauma nei Paesioccidentali è la terza causa di morte dopo lemalattie cardiovascolari ed i tumori e la primacausa nella popolazione al di sotto dei 45 anni e,poiché interessa prevalentemente le fasce dipopolazione attiva, costituisce un enorme costosociale. Inoltre in molti traumatizzati residuanocondizioni invalidanti che aggravano ulteriormentele sequele negative sia sul piano umano cheeconomico per il paziente ed i suoi familiari. I piùrecenti dati statistici indicano che i traumi causatida incidenti stradali interessano per il 77%l’apparato locomotore; quelli che portano a mortesono per il 68 % traumi dell’addome e del torace, eper il 35% lesioni del cranio. Tali percentuali si sonocapovolte rispetto a solo pochi anni fa, quando erail trauma cranico a causare almeno la metà deidecessi; questo in seguito all’utilizzo sempre piùampio, nella progettazione e costruzione deiveicoli, di avanzati strumenti tecnologici finalizzatialla sicurezza. In rapporto alla gravità del dannoriportato, le lesioni si possono distinguere in:1) lesioni severe, che minacciano immediatamentela vita, costituiscono il 15% di tutte le lesioni, masono responsabili del 50% delle morti traumatiche;2) lesioni urgenti, che non minaccianoimmediatamente la vita, ma possono minacciarla oesitano in invalidità significativa, e comprendono il10-15% di tutte le lesioni; 3) lesioni non urgenti,che non minacciano direttamente la vita, e nonpresentano rischio di invalidità permanente.Fortunatamente, queste rappresentano l’80% ditutte le lesioniIl trattamento competente e integrato del pazientetraumatizzato attraverso la rete del Trauma Centerè determinante sia dal punto di vista deglioutcomes (meno disabilità) sia dal punto di vistadella spesa sanitaria.

Leave a Comment





%d bloggers like this: